martedì 11 ottobre 2016

Prodromi a chi?


Esiste una parola che io non amo per nulla: prodromi.  
Si tratta di quella fase al termine della gravidanza in cui l'utero e tutto il corpo si prepara al travaglio imminente e che può durare parecchi giorni e settimane, oppure poche ore e non essere quasi avvertita.

Si tratta della fase preliminare al travaglio.
Un momento in cui il corpo lavora tantissimo, e mette le basi per il lavoro successivo, ovvero il travaglio attivo e l'espulsione del neonato.

È un momento importante. Può durare poche ore o settimane. Con il mio secondo è iniziato alle 9 del mattino, alle 13 ero in ospedale per un controllo (eravamo alla 41+6) e mentre io ero convinta di partorire di li a poco, l'ostetrica mi ha detto che secondo lei non stava succedendo nulla. Dopo una pizza in pizzeria alle 16 ero di 4 cm e alle 21,30 stringevo il mio piccolo tra le braccia. Con mio ultimo parto questa fase preliminare è iniziata il 3 dicembre sera, per finire il 18 dicembre.

Amate il vostro travaglio preliminare,  può essere lungo come può  essere così breve da non accorgersi di lui. Coccolatevi,  prendetela calma e ricordate la parola magica: "piacere". Fate le cose che vi piacciono, e onorate il vostro corpo che sta lavorando, con amore e determinazione e con i suoi personalissimi ritmi. <3

sabato 6 agosto 2016

Allattamento, cosa è importante sapere prima


Ecco vi dico la mia, come mamma che ha allattato con alterne vicende quattro figli, come mamma che sostiene le altre mamme nell'allestimento al seno, come doule e in occasione della settimana mondiale dell'allattamento al seno.

Allattare può essere la cosa più semplice del mondo, come pure quella più complicata.


Alle mamme che desiderano allattare i propri figli e che a volte si chiedono come succeda che molte amiche escono dall'ospedale già con il biberon, dico che ci sono,  secondo me, delle cose che è importante sapere prima di partorire per avere buone chance di allattare al seno la propria creatura, ovvero:

A) avere delle consapevolezze di base (vedi sotto). Io consiglio ad esempio di leggere "Un dono per tutta la vita" di Carlos Gonzales,  pediatra spagnolo, che da una panoramica dei meccanismi fisici, psicologici e anche sociologici con cui funziona l'allattamento al seno. È di facile lettura,  e va letto assolutamente in gravidanza, magari anche dai papà e dalle nonne se vogliono.

mercoledì 27 luglio 2016

Bimbo podalico? Tentar non nuoce...


Molti non sanno che uno dei motivi per cui un bimbo può presentarsi podalico è la scorretta postura della mamma durante la gravidanza. Questa è una conoscenza che mi sono fatta frequentando un corso di yoga per gestanti con la mia maestra di Yoga Gabriella, che si vantava non solo di non avere  mai avuto podalici tra le sue mamme, ma anche che la maggior parte avessero sempre avuto una presentazione cefalica correttissima.  Questo perché le asana yoga aiutano le madri ad avere una apertura di bacino tale da permettere al bimbo di trovare la posizione ottimale alla nascita. 




Secondo lei uno dei motivi principali (non l'unico, sicuramente) della aumentata frequenza delle presentazioni cefaliche,

lunedì 18 luglio 2016

Uscire con un neonato di pochi giorni


....non bisogna per forza essere chiusi in casa, con un neonato di qualche giorno, se desideriamo uscire! 
Sì, si può uscire anche con un piccolo di pochi giorni, basta sefuire alcuni accorgimenti e organizzarsi bene. Le neo mamme potrebbero avere ancora qualche problema fisico legato al parto, per cui potrebbe volerci una settimana prima di sentirsi al meglio per uscire con il nuovo arrivato, l’importante è non chiudersi in casa per forza!

Soprattutto se l'allattamento al seno è ben avviato, non c'è motivo per non uscire (e nel caso in cui ci siano problemi con allattamento e preferiste stare a casa, una piccola e breve passeggiata non può altro che svagarvi e giovare).

giovedì 21 aprile 2016

Cerchi di mamme, cerchi di donne, cerchi di famiglie


Si dice che per crescere un bambino sia necessario un villaggio intero, ma spesso le donne si ritrovano da sole, e spesso nel momento della maternità (ma non solo). 
L'Associazione di Promozione Sociale Semi di Vita propone dei momenti di incontro e condivisione per le donne e per i loro compagni e i loro bambini. 


Il progetto prevede
a) CERCHI MORBIDI - incontri settimanali per donne in gravidanza e neomamme 
b) BANCA MAMMA - incontri formativi e laboratori ludici per bambini e famiglie 
c) TENDE ROSSE 
- incontri di condivisione su tematiche femminili, attraverso letture, laboratori e condivisione di cibo ed esperienze di vita
d) CERCHI DI VITA - incontri di auto mutuo aiuto per famiglie colpite da lutto prenatale e perinatale
Gli incontri si svolgono nella zona collinare della provincia di Udine, in particolare a San Daniele e a Treppo Grande. 
In progetto anche seminari formativi in altre località della Regione FVG.



SE VOLETE AIUTARCI IN QUESTE INIZIATIVE VOTATE IL NOSTRO PROGETTO AL LINK DELLA BANCA DI CIVIDALE  
 http://www.progettocivibanca.it/associazione-semi-di-vita-817


Se volete partecipare alle iniziative contattate Roberta Leonarduzzi al 338/4059251 o scrivete a semidivita.fvg@gmail.com